Antintrusione

service-4

Progetto Sicurezza propone impianti di allarme installabili in spazi veramente ridotti: dotati di microprocessori e software specifici, questi sistemi, affiancati ai nuovi sensori di rilevazione, permettono significativi progressi nel campo dell’antintrusione.

Le tecniche attuali prevedono una combinazione di impianti e tecnologie con l’obiettivo di fornire una “Protezione Globale”: i circuiti di telecamere, che fanno parte del sistema di videosorveglianza, possono così attivare la registrazione dell’evento in caso di furto, mentre lo stesso impianto antifurto provvede ad avvisare dell’evento in corso mediante l’attuazione di combinatori telefonici GSM in grado di operare anche senza la normale linea telefonica installata.

I tipi di protezione possono suddividersi in:

  • Protezione Perimetrale sugli infissi
  • Protezione Invisibile
  • Protezione Perimetrale sulle recinzioni

Protezione perimetrale sugli infissi

La nostra azienda offre impianti di protezione perimetrale che focalizzano l’attenzione sull’esterno della proprietà. I sensori sulle aperture dell’edificio (porte e finestre) permettono, oltre all’attivazione del sistema di sicurezza in modo parzializzato durante la normale permanenza delle persone nel sito protetto, di rilevare l’intruso nell’istante in cui cerca di attaccarlo.

Tra le migliori tecnologie che attualmente proponiamo, ci sono la protezione di recinzioni con cavo microfonico, la protezione della proprietà con cavo interrato, le barriere ad infrarossi o microonde e l’integrazione di questi sistemi con un buon impianto TVCC per la verifica visiva dell’evento.

Protezione invisibile

I nostri tecnici installano sistemi di protezione perimetrale invisibili a differenza di pressione che rappresentano una soluzione ideale per siti ad alto rischio di intrusione. L’impianto proposto è un impianto passivo, quindi non rilevabile; basandosi sul rilevamento della differenza di pressione tra due tubi posati ed interrati lungo tutto il perimetro da proteggere, opportunamente pressurizzati, il sistema è in grado di memorizzare, per poi poterli rivedere successivamente, i segnali generati immediatamente prima e dopo l’evento. Può essere associato ad altri sistemi di protezione (perimetrali, sensori da interno, TVCC, controllo accessi, antincendio) ed, eventualmente, centralizzato, realizzando soluzioni flessibili per qualsiasi esigenza di applicazione. L’unità centrale può gestire fino a 64 periferiche (analizzatori) collegate su di un unico cavo (dati ed alimentazione).

Progetto Sicurezza offre inoltre sistemi invisibili basati sulla radiofrequenza che permettono la protezione di perimetri di qualunque lunghezza. Sono sistemi in grado di rilevare una persona o un mezzo che attraversano la zona sensibile e sono insensibile alle vibrazioni del terreno: le variazioni di campo elettromagnetico rilevate dal mixer, confrontando l’energia elettromagnetica ricevuta rispetto a quella trasmessa, generano dei segnali che, opportunamente processati ed analizzati, permettono di determinare le condizioni di allarme del sistema. Le segnalazioni di allarme reale vengono poi inviate al centro di controllo.

Protezione perimetrale sulle recizioni

Progetto Sicurezza presenta sistemi a cavo microfonico che si basano su un microprocessore con tecnologia DSP, in grado di eseguire l’analisi dei segnali nel dominio del tempo e delle frequenze in modo estremamente accurato: in base alla tipologia ed alla durata del segnale ricevuto il sistema riconosce la segnalazione e, quando necessario, attiva l’allarme.

Il funzionamento del sistema si basa di fatto sul rilevamento da parte del cavo microfonico di tutte le sollecitazioni meccaniche prodotte da un tentativo di intrusione come scavalcamento, sollevamento o taglio rete. A seconda della conformazione del perimetro e del grado di sensibilità che si vuole ottenere, la distribuzione del cavo potrà assumere diverse configurazioni. Il sistema può essere collegato ad un qualunque tipo di centrale d’allarme ed, in fase di installazione dell’impianto, per mezzo di un personal computer è possibile regolare i parametri di funzionamento.

Video